Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. 
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Sei qui: HomeSanto PatronoCicciano, 19 Febbraio 1715

Cicciano, 19 Febbraio 1715

ESTRATTO DELLA COPIA DELL'ATTO PUBBLICO DI NOMINA DI SAN BARBATO PROTETTORE DI CICCIANO, CONSERVATA DALL'AVV. CAPOLONGO GAETANO E FIRMATA DALL'ARC. CRISPO NEL 1927.

L'ESTRATTO E' CONSERVATO NELL'ARCHIVIO STORICO DELLA DIOCESI DI NOLA, FASCICOLO CICCIANO.

Die decimonono m. s. Februarii millesimo septicentesimo quinto decimo Cicciani.

Ad preces nobis factas nomine et pro parte magum Ioseph Passariello et Nicolai Foresta Electorum dicti oppidi Cicciani, accessimus ante Ecclesiam Sancti Petri dicti oppidi et cum ibidem essemus invenimus Mum. Rm. Franciscum Canantio, Gubernatorem eiusdem Oppidi et alios cives et particulares quam nomina sunt M. N. Michele Sussulano, Gio:Batta Sussolano, Bartolomeo Ravelli, Giuseppe Foresta, Lorenzo Capolongo, Antonio Sanseverino, Luigi Vitale, Antonio Vitale, Filippo Capolongo, Antonio De Luca, Tomaso Forino, Francesco Santoriello, Pietro Palumbo, Matteo De Luca, Carlo Viespolo, Geronimo Capolongo, Domenico De Luca, Nicola De Luca, Francesco Foresta, Andrea Delle Cave, Stefano Ruotolo, Antonio de Nardo, Nicola Ruotolo, Aniello Cafariello, Marco Antonio  Capolongo, Giovanni Peciullo, Gennaro Sanseverino, Felice Lantieri, Lonardo Pizza, Lonardo de Nardo, Giuseppe Ruotolo, Simone De Palma, Gio:batta Passariello, Antonio Passariello, Aniello Palumbo, Giovanni Fasulo, Nicola Fasulo, Andrea Ferraro, Michele Ferraro, Domenico Ciccone, Lorenzo D'Avanzo, Santolo Fasulino, Felice Miele, Giuseppe Crispo, Nicola Crispo, Nicola Vacchiano, Stefano Vitale, Luigi Russo, Luca D'Avanzo, Giovanni Covone, Antonio Stefano Nicola Pizza, Filippo Foresta, Vincenzo De Stefano, Matteo Marrone, Franco Antonio Maietta, Domenico De Luca, Nicola De Luca, Nicola Taliento, Vincenzo Imparato, Francesco Vacchiano, Giovanni D'Avanzo, Cesare Testa, Gio:Angelo Capolongo, ed altri - et referente dicto magnifico losepb Passariello Electo mg. detti signori miei sappiano loro sigg. come avendo avuta la sorte questa nostra terra di Cicciano, che il R.D. Giovanni de Nardo, nostro concittadino, per sua special divozione abbia eretta e fondata una chiesa ed ultimandola procurata bellissima statua in onore e gloria d'Iddio, e del glorioso San Barbato, chiamandolo in protettore della casata, e famiglia de Nardo, Capolongo e Santoriello.

Ed essendosi il medesimo Santo Barbato degnato in più e diverse volte, ed occasioni operare, e dimostrare a prò di dette Famiglie, e di altri cittadini di detta terra di Cicciano, molte grazie, e favori, con dimostrarsi mirabilmente sempre propizio nelle loro necessità, e per la comune divozione, che tutti di detta medesima terra si è destato verso il medesimo Santo, con tenerlo nel cuore per lo PROTETTORE.

E considerando anco noi dall'altra parte, che la protezione dei Santi Tutelari difende e custodisce da ogni contingenza maligna, così spirituale, come temporale, non solo le persone particolari, ma i popoli ancora, e paesi interi, che quelli eliggono, e con modo speciale a quelli si raccomandano, come l'esperienza quotidiana effettivamente dimostra: per questo acciò nei nostri bisogni e sempre possiamo avere appresso S.D.M. uno speciale PROTETTORE, abbiamo determinato aliggere per pubblico atto il prenominato SANTO BARBATO per NOSTRO PROTETTORE, affinchè continuandosi dal SANTO la sua efficace intercessione, come finìora ce ne ha fatto sperimentare evidenti segni, ed essendo da tutti acclamato per protettore ci mantenghi libera questa terra da qualsivoglia pericolo imminente, e da castighi, che possa mai la Divina Giustizia sdegnata de nostri peccati fulminare contro di noi; ed in segno dell'Amore promettiamo somministrarli ogni anno due libre di cera lavorata in candele nel giorno della sua festività. Che però si espone alle Signorie V.V. acciò dicano il loro parere, dove da tutti è stato acclamato per loro PROTETTORE e di detta Terra Specifice, et gmte, et nemine contradicenti.

Ed all'incontro esso R. Sig. D. Giovanni de Nardo tanto in nome de la famiglia de Nardo, quanto in nome delle suddette due altre Famiglie da esso aggregate alla compadronanza di detta chiesa si compiace, che sempre e quando si farà la processione della Statua di detto Glorioso SANTO BARBATO, o per loro divozione, o per qualsivoglia necessità li signori eletti pro tempore di detta Terra possano, e vogliano portare due delli bastoni del Pallio, che ornerà detta Statua dalle più degne, riserbata però quella di mezzo per S. E. Rma, o per lo suo Agente pro tempore quia sic, rogantes. Pntibus Opportunis.

Ab actis mei N.ris Francisci de Nardo Neapolitani Argmuis commoratis extracta est presens copia cum qua facta collazione concordate, meliori semper salva, et in fidem mei sub scripti rogatusque Signavi Francesco de Nardo.

Area riservata

Bussola della Trasparenza

Privacy e note legali

Statistiche

1520243
Oggi
Questa settimana
Questo mese
Totale
753
753
15246
1520243